Dichiarazione sostitutiva di certificazioni (Autocertificazione) e dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà

Informazioni

Come fare la richiesta:
La dichiarazione sostitutiva di certificazione o autocertificazione e la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà possono essere rese in forma libera.
Dove rivolgersi:

Ufficio Relazioni con il Pubblico
tel. 0571 757999 - fax 0571 757633
via G. del Papa, 41 - 50053 Empoli
e-mail: urp@comune.empoli.fi.it

lunedì mercoledì e venerdì dalle 8 alle 13.30
martedì e giovedì orario continuato dalle 8 alle 18.30 
sabato dalle 8.30 alle 12

Requisiti:

Per effettuare le autocertificazioni occorre essere maggiorenni e capaci di agire.
Per effettuare le dichiarazioni sostitutive occorre essere maggiorenni e capaci di agire.
Nel caso di minori o incapaci la dichiarazione deve essere resa dal genitore o dal tutore.
Nel caso in cui il dichiarante sia temporaneamente impedito per motivi di salute, la dichiarazione potrà essere effettuata dal coniuge, o, in sua assenza, dai figli, o, in mancanza di questi, dai parenti fino al 3° grado (genitore,nonni, bisnonni, nipoti, pronipoti, zii, fratelli). La dichiarazione va resa indicando l'esistenza dell'impedimento davanti al pubblico ufficiale che deve accertare l'identità della persona che ha fatto la dichiarazione.
Ai cittadini comunitari si applicano le stesse modalità previste per i cittadini italiani.
I cittadini extracomunitari residenti in Italia possono utilizzare le dichiarazioni sostitutive limitatamente ai casi in cui si tratti di comprovare stati, fatti e qualità personali certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici o privati italiani. 

Descrizione:

Il cittadino può rendere in forma libera dichiarazione sostitutiva di certificazione o autocertificazione e dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà.
Per semplificare, l'Amministrazione Comunale ha predisposto apposita modulistica disponibile presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico.
L'autocertificazione è un diritto del cittadino.
Tutte le Amministrazioni Pubbliche, i concessionari di servizi pubblici (acqua luce gas, trasporti, servizio postale, ecc.) sono obbligati ad accettare le dichiarazioni sostitutive di certificazione e le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà e non possono più richiedere certificati. Il pubblico impiegato in caso di mancata accettazione dell'autocertificazione incorre in responsabilità per violazione dei doveri di ufficio.
E’ possibile presentare l'autocertificazione anche ai privati (ad esempio banche e assicurazioni); essi hanno la facoltà, ma non l’obbligo, di accettarla.
Gli organi giudiziari (Tribunali, Giudice di Pace, Corti di Appello, Corte di Cassazione, Corte Costituzionale) non sono obbligati ad accettare l'autocertificazione.

Si possono autocertificare
Dati anagrafici e di stato civile:

  • nascita 
  • residenza;
  • cittadinanza;
  • godimento dei diritti politici;
  • stato civile;
  • esistenza in vita;
  • nascita del figlio/a; 
  • morte del genitore, nonno, nipote, figlio ecc.; 
  • maternità; 
  • paternità; 
  • separazione o comunione dei beni; 
  • stato di famiglia; 
  • morte del coniuge;
  • annotazioni contenute nei registri di stato civile.

Titoli di Studio, qualifiche professionali

  • titoli di studio;
  • qualifica professionale;
  • esami sostenuti; 
  • titolo di specializzazione; 
  • titolo di abilitazione; 
  • titolo di aggiornamento e qualificazione tecnica; 
  • qualifica tecnica; 
  • titolo di formazione. 

Situazione economica, fiscale e reddituale

  • reddito;
  • situazione economica; 
  • assolvimento di obblighi contributivi;
  • possesso e numero codice fiscale; 
  • possesso e numero partita iva; 
  • altri dati contenuti nell'anagrafe tributaria; 
  • carico familiare. 

Posizione giuridica

  • legale rappresentante delle persone fisiche e giuridiche; 
  • tutore; 
  • curatore; 
  • non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l'applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale; 
  • di non essere a conoscenza di essere sottosposto a procedimenti penali; 
  • di non trovarsi in stato di fallimento o di liquidazione e di non aver presentato domanda di concordato.

Altri dati

  • iscrizione in albi o elenchi tenuti dalle pubbliche amministrazioni;
  • posizione agli effetti degli obblighi militari; 
  • stato di disoccupazione; 
  • qualità di pensionato e categoria di pensione; 
  • qualità di casalinga; 
  • qualità di studente; 
  • iscrizione ad associazioni o formazioni sociali Non possono essere sostituiti da autocertificazioni i certificati medici sanitari, veterinari, di origine, di conformità all'Unione Europea, di marchi e brevetti.

Non possono essere sostituiti da autocertificazioni i certificati medici sanitari, veterinari, di origine, di conformità all'Unione Europea, di marchi e brevetti.
 

Modalità di richiesta
Per semplificare, l'Amministrazione Comunale ha predisposto apposita modulo (vedi Modulistica) disponibile presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico.
La dichiarazione sostitutiva di certificazione o autocertificazione è la dichiarazione che il cittadino redige e sottoscrive nel proprio interesse e che lo esonera dal recarsi presso un ufficio pubblico per ottenere il rilascio di certificati.
Con la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, invece il cittadino comunica alla pubblica amministrazione, o ai concessionari di pubblici servizi, tutti gli stati, fatti e qualità inerenti la sua persona non compresi tra i dati autocertificabili prima indicati (ad esempio essere proprietario, locatore, locatario, erede...). Queste dichiarazioni possono anche essere relative ad altri soggetti purché egli ne abbia diretta conoscenza. Il cittadino può inoltre dichiarare che una copia è conforme all'originale.
La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà non necessita dell'autenticazione della firma, è sufficiente firmarla davanti al dipendente addetto a riceverla o presentarla-inviarla allegando la fotocopia di un documento di identità
L'autentica rimane necessaria per le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà da presentare ai privati (banche assicurazioni e per le domande di riscossione di benefici economici (pensione-contributi) da parte di altre persone.
Sempre nell'ottica dell'avvicinamento dell'Amministrazione al cittadino, rientra la possibilità di attestare, con la semplice esibizione di un documento di riconoscimento, la data e il luogo di nascita, la residenza e lo stato civile. 

Costi:

Per le autocertificazioni non è necessaria l'apposizione di alcun bollo o diritto di segreteria e la firma non deve essere autenticata.
Le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà ove necessitano dell'autenticazione della sottoscrizione sottostanno dell'imposta di bollo. 

Strumenti di tutela

Tipo Descrizione
potere sostitutivo Richiesta da presentare al Segretario Generale Dr.ssa Rita Ciardelli e-mail: segretariogenerale@comune.empoli.fi.it