Stato di Emergenza Nazionale per la Toscana. Il sindaco: "Anche le richieste danni da Empoli potranno trovare risposte"

Brenda Barnini: "È un grande risultato frutto del lavoro tempestivo di relazione fatto dai nostri tecnici e soprattutto della Regione Toscana"

.

Ammontano a quasi 5,3 milioni di euro le risorse destinate alla Toscana dei 100 stanziati dal Consiglio dei ministri con la dichiarazione dello Stato di Emergenza Nazionale per i danni causati dal maltempo il 17 novembre scorso. Lo rende noto la Regione Toscana.


"Questo significa che - spiega il sindaco di Empoli Brenda Barnini - anche le richieste fatte per i danni da parte del nostro territorio potranno trovare risposte positive. È un grande risultato frutto del lavoro tempestivo di relazione fatto dai nostri tecnici e soprattutto della Regione Toscana. L'eccezionalità dell'evento della scorsa domenica 17 novembre l'abbiamo evidenziata fin dal primo momento e questo riconoscimento purtroppo lo testimonia. Adesso aspettiamo le note tecniche per capire come raccogliere le richieste danni e gestire la parte burocratica".


Di seguito il comunicato della Regione Toscana:

 

Il consiglio dei ministri ha deciso, nella sua ultima seduta, di estendere gli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza nazionale ai territori di molte delle regioni colpite dal maltempo verificatosi nei mesi di ottobre e novembre. Fra queste, anche la Toscana, così come richiesto dal presidente della Regione Enrico Rossi all'indomani delle devastanti alluvioni che hanno provocato danni ingenti in numerosi territori della regione.

Per consentire di fare fronte agli interventi più urgenti, il consiglio dei ministri ha previsto un primo stanziamento di 100 mlioni di euro complessivi a livello nazionale, che saranno ripartiti fra le 12 regioni colpite. In Toscana arriveranno 5.294.037,86 euro.

Il consiglio dei ministri preannuncia inotre  che, come previsto dalla normativa, saranno successivamente stanziate ulteriori risorse per l'attivazione delle misure di sostegno al tessuto economico e sociale e alla ricognizione dei fabbisogni per il ripristino delle strutture e delle infrastrutture, pubbliche e private, danneggiate.

Il presidente della Regione Enrico Rossi ha espresso soddisfazione per "i tempi rapidi con cui è stata data risposta ai gravissimi problemi causati dall'eccezionalità dei fenomeni meteo che hanno causato, anche in Toscana, danni enormi al tessuto economico, turistico e al patrimonio privato delle aree costiere, dell'arcipelago e di molte zone interne. Per questo la Regione aveva già decretato lo stato di emergenza regionale".