Lavori di sostituzione struttura impalcato del ponte sul fiume Orme

.

Situazione attuale

Il ponte in oggetto, che scavalca il torrente Orme in via Tosco Romagnola, ex S.S. n°67, è stato presumibilmente costruito subito dopo l’ultima guerra mondiale, insieme alla variante della predetta Statale, secondo il percorso attuale.
Il ponte, attualmente, è in c.a. del tipo a travata con unica campata di luce di calcolo pari a circa 16,0 m ed oltrepassa il torrente Orme risultando l’intradosso della travata stessa posizionata sopra livello di magra del torrente di circa 2,7÷3 m.
La larghezza utile della carreggiata è di 9,00 m oltre a due marciapiedi laterali rialzati (provvisti di solo parapetto metallico esterno) della larghezza ciascuno di circa 1,20.
L’impalcato presenta una sezione in cemento armato composta da n°7 travi rettangolari di larghezza pari a 50 cm e sporgenti all’intradosso di circa 102 cm, collegate in maniera solidale.

Descrizione sintetica del progetto

Il progetto prevede la demolizione dell’impalcato attuale in c.a. e la sostituzione con un altro in sistema misto acciaio-calcestruzzo, mantenendo la stessa “sagoma” stradale e lo stesso numero e posizione delle travi/nervature.
La soluzione permette altresì di innalzare il franco idraulico di circa 30 cm (minore altezza travi metalliche) e una considerevole diminuzione dei pesi strutturali e portati (stimata pari a circa il 30%), dunque dei pesi sismici, con un minor aggravio delle azioni a carico delle sottostrutture, e questo grazie all’installazione di appositi apparecchi di appoggi elastomerici tipo SI-S della FIP.
Da precisare che la nuova opera mantiene inalterate le attuali dimensioni trasversali della carreggiata salvo un modesto aumento delle dimensioni trasversali dei marciapiedi.
Il nuovo impalcato riproduce inoltre lo stesso schema statico del precedente (grigliato di travi) con soletta in c.a., avente lo stesso numero e posizione delle nervature/travi emergenti (intradossate) salvo la sostituzione delle travi in c.a. con profili saldati a doppio T in acciaio.
Lo stesso dicasi per le nervature trasversali.
La luce (di calcolo) del ponte rimane sostanzialmente la medesima, pari Lc=16,2 m.

.

L’impalcato è dunque costituito da n°7 travi metalliche a doppio T, collegate da traversi ad anima piena; le travi principali sono rese collaboranti alla soletta superiore in c.a. con pioli tipo Nelson.
I traversi testata sono anch’essi resi collaboranti alla sovrastante soletta e presentano sbalzi laterali, contrariamente a quanto accade per i traversi di campata (disposti ai terzi).
Le travi metalliche sono poste ad interasse pari a 1,45 m ed hanno altezza costante pari a 850 mm.