Torre dei Righi e Convitto degli infermieri, ecco chi farà le indagini archeologiche

Dopo questo intervento potranno iniziare i lavori per il restauro del complesso

Torre dei Righi e Convitto degli infermieri, ecco chi farà le indagini archeologiche

EMPOLI – Ancora HOPE, ancora centro storico all’attenzione degli uffici comunali in questo periodo.
Sono in fase di  aggiudicazione definitiva i lavori che riguardano l’ex convitto degli infermieri e la Torre dei Righi, il complesso che si trova accanto al vecchio ospedale ‘San Giuseppe’ di Via Paladini, anch’esso oggetto di un intervento di recupero. Siamo fra Via Ridolfi e l’antico nosocomio, uno dei punti focali del Progetto di Innovazione Urbana per il quale il Comune di Empoli è riuscito a ottenere finanziamenti regionali ed europei.
Ng. G. Lombardi & C. Costruzioni Edilizie S.R.L. è la ditta che si è aggiudicata l’intervento che ha un valore di 100.000 euro.
Saranno demolite alcune parti per procedere con verifiche di carattere archeologico e stratigrafico.
L'iter amministrativo proseguirà con la predisposizione e la firma del contratto per poi iniziare i lavori a metà ottobre.
La durata dell’intervento è stimato in due mesi quindi completato entro la fine del 2020.

Convitto degli infermieriC’è massima attenzione da parte degli uffici tecnici comunali per uno dei manufatti storicamente più rilevanti fra quelli interessati dal progetto di innovazione urbana HOPE. L'ex convitto infermieri del vecchio ospedale comprende la porzione più antica del grande edificio, in cui è incorporata l'unica torre delle fortificazioni trecentesche sopravvissuta fino ad oggi.

Durante la redazione del progetto esecutivo è emersa la necessità di eseguire approfondimenti di natura archeologica ed indagini per la valutazione della presenza di eventuali elementi di pregio.

L’intervento avviene di concerto con la Soprintendenza ed è funzionale a ottenere un quadro chiaro delle effettive sequenze e delle possibili criticità delle opere che serviranno al completamento dell'intera opera.
Sono previsti saggi preventivi e valutazioni delle caratteristiche degli strati e dei materiali oltre a verificare eventuali elementi architettonici di interesse archeologico che potranno emergere durante le operazioni di scavo e ad oggi non visibili.
Terminato questo lavoro propedeutico dovrebbe partire il cantiere per la realizzazione dell'opera principale di recupero dell'edificio.
Va ricordato che è previsto il restauro, il risanamento conservativo e l’ecoefficientamento del cosiddetto ex Convitto degli Infermieri del complesso di Via Paladini. L'importo complessivo dell'opera è di 1.876.760 euro, il cofinanziamento concesso da Regione Toscana è di 1.128.500 euro.

Torre dei RighiAl momento la situazione del Progetto HOPE vede due interventi in fase esecutiva, si tratta del cantiere per lo spazio aperto di Via Cavour-Via Leonardo da Vinci e del consolidamento e ristrutturazione dell’edificio Ex Sert in Piazza 24 Luglio.
Mentre per l'ex ospedale siamo prossimi all'aggiudicazione definitiva dei lavori con l'obiettivo di avviare il cantiere entro fine ottobre.