Prosegue l’impegno (triennale) nella riduzione dei rifiuti alimentari. Rinnovata la convenzione tra Alia Servizi Ambientali, Comune di Empoli e l’Associazione di volontariato RE.SO

Prosegue l’impegno (triennale) nella riduzione dei rifiuti alimentari. Rinnovata la convenzione tra Alia Servizi Ambientali, Comune di Empoli e l’Associazione di volontariato RE.SO

Rinnovata ieri la convenzione tra Alia Servizi Ambientali SpA, l’Associazione di volontariato RE.SO ed il Comune di Empoli, con lo scopo di consolidare l’impegno per ridurre alla fonte la produzione di rifiuti e raccogliere beni e prodotti non più vendibili ma ancora fruibili a fini di solidarietà sociale.

Quest’anno, visti i buoni risultati dell’ultimo anno di attività, è stata ampliata la durata della convenzione a 3 anni, rinnovabili. Nel dettaglio, il gestore di igiene urbana del territorio, Alia, mette a disposizione un automezzo con conducente una volta a settimana per il servizio di ritiro di alimenti non commerciabili ma destinati ad uso alimentare da ritirare in punti di distribuzione stabiliti.  Re.So. Recupero Solidale, Associazione di volontariato costituitasi nel novembre 2006, conferma l’impegno a ritirare il materiale raccolto da Alia e curarne la distribuzione. Il Comune di Empoli partecipa, nuovamente, fornendo spazi per l’associazione, in particolare la sede alla ‘Vela – Margherita Hack’ di Avane, e cercando forme di incentivazione e sensibilizzazione per gli esercizi commerciali.

Le strutture dove è previsto il ritiro di generi alimentari sono i 10 negozi Unicoop presenti nei Comuni dell’Empolese Valdelsa, il negozio Unicoopfi di Lastra a Signa ed il negozio Conad nel Comune di Cerreto Guidi.  

«Il rinnovo di questa convenzione conferma la validità di un progetto che ormai da anni rappresenta sostegno sociale per i cittadini unito alle più efficaci azioni di riduzione rifiuti, il non produrli. Proprio per questo – ha commentato Paolo Regini, Presidente di Alia Servizi Ambientali SpA- anche noi siamo tra i protagonisti del percorso; il gestore di igiene urbana del territorio impegnato quotidianamente nella corretta differenziazione dei rifiuti, nelle azioni di consumo consapevole e nella prevenzione. Rispettare l’ambiente, ed anche gli esseri umani, significa proprio metter in atto quanto stabilito da questo progetto: evitare di produrre rifiuti donando quanto fruibile a chi ne ha necessità».

 «Sono soddisfatto di essere testimone della conferma e del prolungamento per i prossimi tre anni, estendibile di triennio in triennio, di un servizio essenziale che sta andando avanti ormai da più di 15 anni. Ringrazio – ha detto l’assessore all’ambiente Massimo Marconcini – le associazioni che compongono Recupero Solidale per l’impegno che mettono in questo obiettivo, ringrazio la Coop per gli alimenti, e Alia per la disponibilità e la sensibilità che hanno dimostrato garantendo dunque un servizio fondamentale per tante famiglie. Non è solo e semplicemente un surplus a livello sociale, ma ha anche una valenza ambientale. Sappiamo che questi alimenti, altrimenti destinati al riciclo per il 90%, finiscono sulle tavole delle persone e rappresentano un sostegno fondamentale».

«La costruzione di relazioni positive e funzionali rappresenta un valore fondamentale nel mondo dei servizi per il sostegno alle persone – è intervenuta Marinella Catagni, Presidente dell’Ass.Re.So -. La sottoscrizione della Convenzione tra Comune di Empoli, Alia Servizi Ambientali e l’Associazione Recupero Solidale (ReSo) ne è la conferma in quanto frutto di una stretta collaborazione tra le parti, dell’impegno non scontato di Alia e della costante presenza dell’Amministrazione Comunale senza il cui forte sostegno non potremmo continuare il nostro lavoro. ReSo svolge con continuità e tenacia la sua attività di raccolta dei prodotti alimentari e di supporto al lavoro di tutte le Associazioni di Volontariato che ne fanno parte. ReSo è un esempio concreto dell’’esistenza di strutture a rete che costituiscono oggi lo strumento fondamentale per garantire servizi sociali adeguati alle esigenze dei cittadini in condizioni di fragilità e fondati su solidi valori etici».

L’attività di recupero dei beni alimentari, partita prima della costituzione della stessa Associazione che se ne occupa, ha permesso, nel solo 2019, di recuperare 191.928 kg di prodotti, cui si aggiungono quelli delle due giornate di raccolte alimentari (anch’esse coordinate da Re.so e realizzate con il supporto del mezzo Alia) arrivando ad un totale pari a 253.492 kg, con un incremento di oltre il 23% rispetto al 2018. Del totale di prodotti raccolti ne sono stati distribuiti 236.647 kg, tra alimentari e non, frutta e verdura, a soggetti in difficoltà, che sono cresciuti di numero nel corso degli ultimi anni, e raggiunti grazie alle associazioni di volontariato presenti sul territorio (Auser, Caritas diocesane, Consulte del Volontariato, Croce Rossa Italiana, Misericordie, Prociv, Pubbliche Assistenze Riunite).

Comunicato congiunto del Comune di Empoli, Alia SpA, associazione Re.So.