Ponte sull’Orme, al lavoro per il progetto di consolidamento. Tutti i percorsi alternativi

L’importo complessivo stimato è di 716.000 euro. Il cantiere nel 2021

Ponte sull’Orme, al lavoro per il progetto di consolidamento. Tutti i percorsi alternativi

EMPOLI – Va avanti l’iter amministrativo e progettuale per il consolidamento del ponte sull’Orme, lungo la Statale Tosco Romagnola.
L’infrastruttura sarà oggetto di un’importante intervento nel corso del 2021.
In questa fase l’amministrazione comunale sta lavorando su vari fronti. Primo fra tutti quello del reperimento delle risorse. L’importo complessivo stimato è di 716.000 euro.
In queste settimane stanno andando avanti le verifiche propedeutiche alla realizzazione del progetto esecutivo.
Si tratta di uno dei ponti più trafficati di Empoli e anche una delle infrastrutture più vecchie, costruita negli anni immediatamente successivi alla fine della Seconda Guerra Mondiale.
Il progetto di fattibilità approvato dalla giunta comunale prevede la sostituzione della struttura dell’impalcato. È coinvolta anche la Società Nuovo Pignone Srl di Firenze che sostiene le spese progettuali. L’azienda è interessata in quanto il Comune di Empoli ha partecipato nei mesi scorsi ad alcuni tavoli tecnici con Regione Toscana, Nuovo Pignone, Città Metropolitana di Firenze e altri enti interessati al problema di viabilità per i trasporti eccezionali lungo le direttrici Firenze-Livorno. Il ponte sull’Orme è off limits da aprile 2019 ai mezzi che superano le 3,5 tonnellate di peso. Inoltre da qualche mese è stato installato un semaforo per regolare il traffico con senso unico alternato con l’obiettivo di diminuire il peso che grava sulla struttura.
Il progetto esecutivo dovrebbe essere pronto entro fine 2020, una volta concluse le verifiche e le indagini dell’infrastruttura attuale ed espletata la Conferenza dei Servizi utile che ha la funzione di acquisire il parere gli enti preposti, Genio Civile e Regione Toscana, settore idraulico e sismico.
nei primi mesi del 2021 sarà espletata la gara pubblica per individuare chi effettuerà l’intervento.
Il cantiere aprirà a inizio estate quando il traffico è minore e il livello del torrente è comunque più scarso e rende più agevole lavorarci.

PERCORSI ALTERNATIVI - Nel frattempo, a causa della presenza del semaforo, si creano, nelle ore di punta, alcuni rallentamenti nell’area.
Esistono comunque numerosi percorsi alternativi da poter utilizzare per, in questa fase, bypassare quel punto.
È consigliato l’utilizzo della superstrada FIPILI, con uscita Empoli Centro, per chi, in arrivo da Firenze/Montelupo, deve raggiungere i Comune di Vinci e Cerreto Guidi.
Per i cittadini di Empoli che devono muoversi fra i vari quartieri di quella zona, se in transito da Est verso Ovest, è consigliato utilizzare la direttrice Via Cherubini/Via Giovanni da Empoli; per chi viaggia da Ovest verso Est è consigliabile passare da Via Russo/Via Cherubini, ricordando che la FIPILI è raggiungibile anche dalla nuova bretella di Via Piovola, oppure passare da Via Russo, Via Puccini, Via Lari, prendere Via Giovanni da Empoli, quindi Via Vanghetti, e immettersi in Via XI Febbraio per raggiungere Via Cherubini.
Relativamente agli spostamenti nella zona di Serravalle, Pontorme, Cortenuova e Tinaia è consigliato l’utilizzo di Via di Pontorme.