In Piazza Ristori in azione la fresaceppi per poi andare a piantare i nuovi pini nei prossimi mesi

L’assessore Massimo Marconini: «Da qui parte il nuovo corso nella gestione del patrimonio arboreo della nostra città. A breve sarà aggiudicato l’intervento di reimpianto dei nuovi esemplari»

.

EMPOLI – Al via questa mattina, lunedì 22 luglio, l’intervento che eliminerà le ceppe dei pini che furono tagliati nell’ottobre del 2017 in piazza Oreste Ristori.

L’operazione di fresature dei ceppi rientra nel nuovo piano di manutenzione del patrimonio arboreo cittadino ed è propedeutica alla reimpianto di nuovi pini che avverrà nel prossimo autunno.

«Da Piazza Ristori partre il nuovo corso nella gestione del patrimonio arboreo della nostra città. Proprio da qui – sottolinea l’assessore all’ambiente Massimo Marconcini – dove nel 2017 furono abbattuti 49 pini senza colpevolmente andare verso il reimpianto di nuovi esemplari. Oggi vogliamo porre rimedio partendo dalle rimozione delle ceppe dei vecchi pini. Tra pochi giorni poi si concluderà la gara per la individuare la ditta che farà le nuove piantumazione nella pinetina, e non solo, nei tempi più congrui per garantire l’attecchimento degli alberi. Questa è la dimostrazione che il nostro progetto è complessivo e prevede un nuovo modo di gestire la manutenzione degli alberi, curandoli, monitorando il loro stato di salute, potandoli e, dove necessario, provvedendo alla loro sostituzione. Tutto ciò pensando anche al progetto ‘Mosaico Verde’, con la partnership di Legambiente, che ci ha portato, al momento, a individuare due aree in grado di ospitare circa 2.000 nuovi alberi dove nei prossimi anni andremo a impiantare».

L’intervento in corso nella pinetina prevede l’eliminazione dei ceppi con fresatura, un macchinario apposito rode i ceppi fino a 30 centimetri circa sotto il livello del terreno che poi verrà risistemato.

La pinetina di Piazza Ristori resta uno dei polmoni verdi del centro abitato di Empoli con circa 200 alberi attualmente presenti, insieme al vicino Parco Mariambini e ai parchi di Serravalle, Ponzano e alle aree verdi di Viale Buozzi-Parco Rimembranza e Viale 4 Novembre.

.

 

.

.

.

.

.