Musica, cultura e aggregazione giovanile, da 25 anni il Centro Attività Musicale di Empoli è una realtà unica

Migliaia di allievi, bambini, ragazzi e adulti, sono passati dalle lezioni della scuola che dà lavoro a 28 insegnanti e che apre la strada ai Conservatori. Il sindaco Brenda Barnini: «Un esempio che dimostra come la cultura può diventare professione».

.

EMPOLI - Il CAM, Centro Attività Musicale Empoli, festeggia quest’anno il 25° anno dalla sua fondazione.

Correva l’anno 1994 quando il gruppo dei coraggiosi e visionari Soci Fondatori e tutti i collaboratori dell’epoca, decisero che era giunto il momento di avviare un nuovo corso per la diffusione della musica e della formazione musicale ad Empoli.

L’obiettivo era andare oltre quella che era stata fino ad allora la scuola della banda, aprendosi senza paura ai cambiamenti del mondo ed alle sue nuove richieste.

Un’azione capace di attivare e liberare nel nostro territorio risorse musicali, umane, economiche fino ad allora inespresse.

Da quel momento in poi sono stati migliaia i bambini e i ragazzi dell’Empolese Valdelsa che si sono avvicinati allo studio di uno strumento musicale e grazie al CAM hanno imparato a conoscere e ad amare la musica.

Molti di questi ragazzi hanno proseguito i loro studi nei Conservatori di Musica laureandosi. Alcuni di loro oggi lavorano come insegnanti nell’associazione che li ha visti nascere come musicisti in erba.

Alla presentazione del programma per i festeggiamenti era presente il sindaco di Empoli, Brenda Barnini, l’assessore alla cultura, Eleonora Caponi, il direttore del CAM, Sandro Tani, e uno degli allievi poi divenuto insegnante, Omar Daini.

«È davvero un momento speciale per noi – spiega Sandro Tanti -, per il secondo anno consecutivo superiamo la quota dei 500 iscritti. Fra di loro tanti bambini e ragazzi, ma anche adulti. Abbiamo ricreato una banda, e sta di fatto nascendo anche la banda giovanile, grazie a un lavoro di tre anni nelle scuole insieme a Comune e Centro Busoni. La nostra attività propone varie possibilità e abbraccia tutta la popolazione dai neonati di pochi mesi, a salire…».

«I 25 anni del Cam e la sua attività ci insegnano due cose – afferma Brenda Barnini – che è possibile fare della musica e della cultura una professione. Ci sono due modi, uno è tentare la ribalta in qualche talent show o manifestazioni simili, l'altro è iniziare il lungo percorso di approfondimento e studio. L’amministrazione comunale deve continuare a investire su una istituzioni come il Cam perché promuove l’avvicinamento alla musica, ma tiene anche viva la possibilità di trasformare una passione in una professione. Fra le ultime iniziative che il Centro e il Comune hanno realizzato insieme mi piace segnalare ‘Musica maestro’ che ha portato concerti e la musica di alto livello nelle frazioni. Ci auguriamo che il Cam continui nella sua crescita che porti più cittadini possibili ad avvicinarsi alla musica e alle emozioni che ci sa regalare, senza distinzioni né di sesso, né di linguaggio, né di religione. Il linguaggio della musica arriva a tutti».

 

«Insieme al Centro Busoni e alla Pia Corale Santa Cecilia, il Cam – fa notare l’assessore Caponi – è la terza grande istituzione musicale del Comune di Empoli e fa piacere vedere che le tre realtà hanno anche iniziato a collaborare insieme. Il Cam è ormai un’impresa culturale. Dalla passione per la musica si è passati a una vera e propria professione. Allievi che sono diventati insegnanti professionisti. Non è un hobby o una cosa che fanno per il tempo libero, ma una professione qualificata. Dal Cam sono nate realtà importanti come gli Archimossi Bada Bim Bum Band, conosciute a livello internazionale. Il valore sociale che l’opera dal Cam ha sulla nostra città, e non solo, è evidente. Coinvolge centinaia di giovani e con loro le famiglie».

Fra gli esempi di allievi divenuti ‘maestri’, c’è quello di Omar Daini: «Sono entrato al Cam quando avevo 13 anni, la sua sere era ancora dietro Ragioneria. Adesso, dopo 16 anni, mi sono diplomato al conservatorio e insegno musica anche nelle scuole. Al Cam devo tutto, mi ha aperto il mondo».

Oggi il CAM è una realtà ed una grande risorsa di Empoli, una scuola moderna di musica capace di adeguarsi ai cambiamenti della società.

Ecco quali sono le sue mission:

- migliorare  la qualità di vita dei giovani e della nostra città;

- rappresentare il punto di riferimento empolese per l’insegnamento della musica;

- fare aggregazione giovanile.

Non è un caso che il fulcro dell’azione didattica targata CAM sia rappresentato dai laboratori di  musica d’insieme e dalle varie orchestre divise per fasce di età.

Al Centro Attività Musicale si suona subito insieme agli altri abituando l’orecchio e la mente all’ascolto reciproco e alla condivisione, fondamenti della musica e della convivenza civile.

Il CAM è la “scuola popolare di musica” dove tutti possono avvicinare, senza remore e tabù, questa espressione artistica. Allo stesso tempo è in grado di valorizzare i talenti e farli crescere.

In quest’ottica va inquadrata la convenzione che il CAM ha stipulato con il prestigioso Conservatorio Statale “L.Cherubini” di Firenze per la fascia pre-accademica

ALCUNI NUMERI del CAM

CORSI al CAM

500 allievi iscritti ai corsi individuali e che frequentano i vari laboratori di musica d’insieme.

PROGETTI NELLA SCUOLA PRIMARIA e INFANZIA

1500 bambini raggiunti con i progetti per le Direzioni Didattiche Circolo 1 e 2 Empoli, I.C.Montelupo F.no, I.C. Limite sull’Arno.

PROGETTO BANDA

300 bambini della scuola Primaria. I bambini a scuola suonano i veri strumenti a fiato tipici della banda. Lo strumento musicale come abbattimento delle barriere sociali ed economiche (in collaborazione con Centro Studi Musicali Busoni).

CULTURA = LAVORO

28 insegnanti, laureati presso i Conservatori Europei ed affermati musicisti, di cui 25 a busta paga a tempo indeterminato o determinato. 

LA “POLITICA”

“Scuola popolare di musica”: contenimento delle quote associative  e ricerca di sostenitori pubblici e privati per investimenti in strumentazione.

Strumento a fiato in prestito gratuito per il primo anno.

LA SEDE

La sede del CAM è presso l’ex Ospedale Vecchio, il Polo ‘San Giuseppe’, in Via Paladini, 40.

Da 5 anni gli spazi si sviluppano fra 11 aule attrezzate per le lezioni individuali e collettive; un salone utilizzato per prove di orchestra e gruppi grandi, anche utilizzato per saggi e piccoli spettacoli interni;

una sala prove adibita a lezione di batteria e gruppi rock (inaugurata un paio di anni fa).

I CORSI

LEZIONI INDIVIDUALI 45’/60’

strumento/canto:

violino, viola, violoncello, contrabbasso,

flauto, clarinetto, saxofono, tromba, trombone,

corno, tuba, pianoforte, pianoforte jazz, fisarmonica,

chitarra, chitarra elettrica, chitarra jazz, basso elettrico,

Batteria, canto lirico e moderno

LEZIONI COLLETIVE TEORICHE:

Giocomusica 3/5 anni

Propedeutica 6/10 anni

Solfeggio, da 11 anni

Armonia e Composizione

Teoria Pre Accademica

LABORATORI MUSICA D’INSIEME

Orchestra bambini, Ensemble pop,

Orchestra Giovanile, Junior band,

Laboratori rock-blues-jazz, Spazio Adulti,

Gruppo sax, gruppo chitarre, gruppo clarinetti,

Gruppo Archi, Musica da camera

CORSI SPECIALI:

Musica in fasce 0/2 anni

Musicoterapia

Allegato Size
Calendario eventi CAM 25 anni 1.04 MB