Emma Fattori, prima ‘porta lettere’ di Monterappoli, taglia il traguardo dei 100 anni

Ad omaggiarla il consigliere comunale Luciano Giacomelli

Emma Fattori centenaria

EMPOLI - Un’altra centenaria a Empoli. Si tratta di una empolese ‘doc’ perché Emma Fattori ha sempre vissuto nell’antico borgo di Monterappoli.
Martedì 19 novembre 2019, la signora Emma ha compiuto 100 anni. Stretta nel calore della sua famiglia, è stata omaggiata nella sua abitazione di Monterappoli dal consigliere comunale Luciano Giacomelli.
Una pergamena ed una bella orchidea, a nome di tutta l’amministrazione comunale e della giunta.

Dietro a ogni centenario c’è una lunga storia di vita, di cambiamenti, di discese, di risalite.
E in questo caso anche di tanti chilometri, sì perché la signora Emma, che veniva da una famiglia di mezzadri fino al dopo guerra, nella necessità di un lavoro fu assunta come ‘porta lettere’ a Castelfiorentino e dal ’70 ha svolto questo mestiere propriop Monterappoli, prima come ‘supplente’ e poi effettiva, andando alla meritata pensione nel 1984.

Emma in sella alla sua bicicletta nera, con indosso la divisa di quegli anni e con la sua ‘postina’ a tracollina, da Corniola a Fontanella, ha consegnato migliaia di lettere. Non le faceva paura la via di campagna. Anzi, non si fermava mai. In molti compaesani la ricordano a portare lettere.  Una donnina, bassina ma tanto coraggiosa, instancabile.
Suo marito, Eugenio Pannocchi, è stato uno dei fondatori del ‘Premio letterario Luigi-Russo’ e si è sempre reso partecipe alla attività politica locale. Suo fratello è stato deportato in Germania  e morì a soli 47 anni.
E lui fece da padre ai cugini. Una famiglia che si è stretta per andare avanti negli anni del dopo guerra con tanta fatica ma sempre uniti.
Il figlio, Alessandro, ha lavorato nel Comune di Empoli dal ’77 al ’79 con il sindaco Mario Assirelli.
Insieme a lei hanno festeggiato anche i nipoti Eugenio e Giacomo e la nuora Maria Grazia.