Concerto dell’Immacolata a Pozzale

Da undici anni si svolge nella chiesa della Beata Maria Vergine in Valdorme con la direzione di Alessandro Bartolozzi. Sabato 7 dicembre ore 21.30

.

EMPOLI – Undicesima edizione del tradizionale ‘Concerto dell’Immacolata’ che si terrà sabato 7 dicembre 2019 alle 21.30 nella chiesa della Beata Maria Vergine in Valdorme al Pozzale.

L’evento è stato pensato ed organizzato dall’associazione culturale Valdorme, in collaborazione con le associazioni Mosaico e  Musicart e con la parrocchia di Pozzale per sottolineare la festa titolare della parrocchia stessa con un momento culturale e di alta spiritualità.

Verranno eseguite musiche di grandi autori, quali Verdi, Lully, Cilea, Puccini Mascagni, Hubert, Frisina, Parry Caligero, Bartolozzi e Martinelli che si susseguiranno in un programma molto piacevole.

Quest’anno il concerto vedrà impegnati il soprano Claudia Muntean, il “Coro dell’Immacolata” di Pozzale ed il coro “Arrigoni” di Ponte Buggianese, accompagnati dall’orchestra empolese “Mosaico” diretta dal Maestro Alessandro Bartolozzi.

 

PROGRAMMA:

J. B. Lully Pozzale MARCIA RELIGIOSA

F. Cilea da “Adriana Lecouvreur” IO SON L’UMILE ANCELLA

C. Hubert / H. Parry JERUSALEM

J. Pachelbel CANON IN D

G. Puccini da “Madama Butterfl­y” UN BEL DI’ VEDREMO

G. Verdi da “Otello” AVE MARIA

J. S. Bach da “Suite in RE per archi” ARIA SULLA IV CORDA

G. Verdi da “Traviata” FOLLIE, FOLLIE! SEMPRE LIBERA

A. Bartolozzi TE LODIAMO TRINITA’

M. Frisina MAGNIFICAT

Noël francese OR DAL CIELO

G. Cagliero VESPRO DI MARIA AUSILIATRICE Domine Dixit Dominus Magni‑cat

 

Il Coro dell’Immacolata in Valdorme nasce essenzialmente come “coro parrocchiale”, con lo scopo di animare le celebrazioni liturgiche della Parrocchia; nonostante la sua crescita e lo sviluppo della sua attività nel tempo, ancora oggi conserva questa come la sua principale funzione. Fin dalla costruzione e consacrazione della nuova Chiesa parrocchiale a Pozzale (seconda metà degli anni 50), l’allora Parroco, don Quirino Paoletti, curava un gruppo di fedeli incaricati di accompagnare col canto (per lo più gregoriano) le S. Messe e le altre celebrazioni liturgiche. Da qui prese poi vita, tra la ‑ne degli anni 60 e gli inizi degli anni 70, un vero e proprio “coro istituzionale” di ragazzi che successivamente crebbe e coinvolse anche altri adolescenti e giovani sotto la guida e la direzione di Suor Cecilia Argia Petrivelli, la quale lo animò e lo curò con entusiasmo per moltissimi anni. L’attività del coro tuttavia si svolse essenzialmente nell’ambito dell’animazione liturgica entro i con‑ni della Parrocchia, uscendone solo per qualche limitata partecipazione a celebrazioni liturgiche e rassegne di cori parrocchiali all’interno del comprensorio vicariale. Basandosi sulla costante presenza e l’entusiasmo di alcuni dei componenti (ormai adulti) di quel “coro di ragazzi” di un tempo, il coro è andato via via crescendo ed arricchendosi di nuovi elementi e di voci diverse, aacciandosi così al canto polifonico nel 2005 con l’apertura verso nuove e più complesse forme espressive e verso nuove possibilità di esecuzione. Sotto la guida del suo Direttore, il Maestro Alessandro Bartolozzi, il Coro dell’Immacolata negli ultimi anni è cresciuto e si è arricchito di conoscenze e possibilità espressive che gli hanno permesso di esibirsi in varie importanti manifestazioni. Il Coro, oltre a continuare nel suo servizio di animazione liturgica nelle celebrazioni parrocchiali, ha quindi preso parte a diverse rassegne corali e concerti nell’ambito locale, regionale ed anche fuori regione. Tra le più signi‑cative, la “Messa di Gloria in Fa Maggiore” di P. Mascagni eseguita sotto la direzione del maestro A. Bartolozzi in diverse località d’Italia. Il coro ha negli ultimi anni animato le S. Messe nel Santuario della Madonna delle Grazie a Montenero, nell’Abbazia di San Michele Arcangelo a Passignano a Tavarnelle Val di Pesa e nella Basilica di San Marco a Venezia.