8 Marzo, deportazione e festa della donna riunite in una vetrina di libri dedicati

Alla biblioteca comunale ‘Renato Fucini’ una raccolta di titoli sulle donne durante l'Olocausto

.

EMPOLI – In occasione della Festa internazionale della donna, la biblioteca comunale ‘Renato Fucini’ ha allestito la vetrina espositiva alle scale d’ingresso con una serie di titoli sulla deportazione delle donne durante l'Olocausto: storie, testimonianze e racconti di vite.

Come sempre, per particolati ricorrenze, i bibliotecari selezionano alcuni libri per un elenco particolare legato a quella data.

Visto che oggi oltre alla Festa della Donna, ricorre anche l’anniversario della deportazione nei campi di concentramento di decine e decine di cittadini empolesi, è stata costruita una vetrina che riunisse le due tematiche.

Giulia Terreni e Valentina Torrini, assessori rispettivamente a Cultura e Pari Opportunità, insieme al presidente del Consiglio Comunale con delega alla Memoria Alessio Mantellassi, hanno salutato questa interessante iniziativa della ‘Fucini’.

Fra i titoli: Ravensbruck il lager delle donne (Christian Bernadac); Anne Frank, una biografia (Melissa Muller); Ho scelto la vita (Liliana Segre); La sposa di Auschwitz (Millie Werber - Eve Keller).