“La Torre e il Demone” - Empoli che scrive

.

Ore 17.30

Torna Empoli che scrive, il ciclo di incontri dedicati agli scrittori empolesi o ai libri ambientati, stampati o che hanno a che fare con Empoli per qualche particolare connessione.

La sessione autunnale inizia con un autore empolese doc: Leonardo Giovanni Terreni, conosciuto sul territorio per la sua attività di archeologo, ricercatore e storico, che per questo primo appuntamento si presenta nella “inconsueta” veste di narratore. 

Sabato 23 ottobre alle 17.30 presenterà al Cenacolo del Convento degli Agostiniani il suo primo lavoro narrativo, il romanzo “La Torre e il Demone” uscito nel 2021 in selfpublishing.

L'autore Leonardo Giovanni Terreni sarà intervistato, nella presentazione del libro, da Marisa La Vecchia. 

Il LIBRO - “La Torre e il Demone” è un romanzo giallo, che racconta le vicende dell'archeologo Leandro Tertulliani, personaggio guida di questa storia, a tratti autobiografica.

Il protagonista è affiancato, nella trama, da molte altre figure, con ruoli di primo piano e caratteristiche peculiari. La storia di Leandro Tertulliani è la storia di un personaggio particolare, spinto da molteplici interessi, che vive per l’arte e per la tutela del nostro patrimonio culturale, attento osservatore della natura che lo circonda, quasi un antieroe, che si ritrova per caso in situazioni difficili, spesso rischiando la vita.

La trama prende spunto da un vecchio antefatto della Seconda Guerra Mondiale e da due opere d’arte del padre del protagonista (che sono realmente esistenti) e in un crescendo di episodi si svolge in maniera avvincente fino all’epilogo, in epoca contemporanea, in immediato post-covid.

Altro aspetto che rende questo romanzo davvero imperdibile, è la sua ambientazione in una parte meravigliosa della campagna intorno alla città di Empoli, riconoscibile da tanti particolari nonostante i nomi siano stati volutamente cambiati. Scopo dell'autore è infatti anche quello di trasportare il lettore in alcuni dei luoghi più nascosti e allo stesso tempo suggestivi della sua Toscana. Questo romanzo rappresenta il punto di partenza per una serie di racconti, già in preparazione, come la trilogia sull’Isola d’Elba. 

L’AUTORE - Leonardo Giovanni Terreni è nato a Montelupo Fiorentino nel 1953 ed è residente a Empoli. Laureato in conservazione dei beni archeologici a Firenze, opera da molti anni nel campo come libero professionista. Collabora con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana e con molte università italiane e straniere, soprattutto nel settore della ricerca sulla conservazione del vetro antico proveniente da scavi archeologici. È stato nel Comitato Scientifico del Museo del Vetro di Empoli, avendone curato anche alcune fasi dell’allestimento espositivo. È direttore scientifico e conservatore della “Collezione Archeologica Mantellassi”. Ha fondato la rivista di archeologia «Milliarium», di cui è anche direttore redazionale e numerosi sono i contributi pubblicati in vari settori dei beni culturali. Vice presidente della Federazione Toscana dei Volontari per i Beni Culturali, è impegnato da lungo tempo nel mondo del volontariato culturale per l’educazione e la formazione dei giovani del nostro territorio. È il curatore dell’enorme patrimonio artistico del padre, il maestro Gino Terreni, di cui ha iniziato la schedatura completa per la realizzazione di cataloghi ragionati. Appassionato da sempre di arte contemporanea, ha organizzato ed allestito numerose esposizioni frequentando, fin da ragazzo, gli studi di molti artisti toscani. 

Info e prenotazionibiblioteca@comune.empoli.fi.it ; 0571/757840

Per partecipare all’evento è necessario il possesso della Certificazione Verde Covid-19 (Green Pass) e di un documento di identità.

Cenacolo degli Agostiniani

via dei Neri, 15 - 50053 Empoli
Argomenti: