Complesso di Piazza XXIV Luglio (ex-Sert)

.

Operazione PIU Linea di Azione Costo totale operazione Costo ammissibile Contributo POR-FESR
Casa della Salute e condominio solidale (S01) 9.3.5 € 2.622.583,00 € 2.515.052,72 € 2.007.130,00
Eco-efficientamento impiantistico del complesso di p.za XXIV Luglio (S12a) 4.1.1 € 252.320,00 € 242.000,00 € 140.049,00

 

PREMESSA

Il progetto di recupero del Complesso di Piazza XXIV Luglio, denominato ex-Sert, si riferisce a uno degli ambiti d’intervento del “Progetto d’Innovazione Urbana” HOPE. Home of People and Equality presentato a gennaio 2016 dal Comune di Empoli al bando della Regione Toscana per l’attribuzione dei fondi strutturali europei POR-FESR 2014-2020 destinati alla rigenerazione urbana (ASSE 6). Il progetto, sulla base di una procedura competitiva, è stato ammesso alla fase di co-progettazione con decreto del presidente della giunta regionale n. 4718 del 21/06/2016, ottenendo il cofinanziamento di una quota degli interventi.

A febbraio 2017 sono stati sviluppati i progetti definitivi per 4 ambiti, tra questi il consolidamento ed eco-efficientamento dell'immobile denominato ex-Sert, sito in p.zza XXIV Luglio, approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 41 del 02.03.2017.

 

ex-sert-inqaudramento

 

Obiettivi e finalità dell’intervento

Il complesso architettonico è collocato nel centro storico della città e si inserisce tra il tessuto consolidato di Via dei Neri e una successione di spazi aperti su cui si affacciano le antiche mura della città.

L'area d'intervento presenta criticità di carattere urbanistico, sociale e ambientale legate alla presenza di fenomeni di degrado fisico dello spazio pubblico e crescente disagio legato a una forte percezione di insicurezza. Le problematiche sono da contestualizzare rispetto a fenomeni emergenti considerando che circa un quarto della popolazione ha un'età superiore a 65 anni di cui il 27% risiede nelle parti centrali della città (Anagrafe 2014) dove è molto alta anche la presenza di stranieri (il 21,4 % rispetto alla media comunale del 3,9%). L'Istat conferma un incremento dell'incidenza di anziani soli dal 15,3% al 21% (1991-2011). Il dato deve essere valutato anche in relazione all'incremento dell'incidenza delle famiglie in potenziale disagio di assistenza passato dal 3.6% (2001) al 4.1% (2011) rispetto al 3.7% della Toscana. Per quanto riguarda i residenti stranieri, l'Istat conferma un'incidenza in crescita dal 5% al 108% (1991-2011).

Attualmente l’edificio risulta in stato di abbandono con evidenti lesioni alle parti strutturali e cedimenti che non ne consentono l’agibilità. La proprietà dell’edificio è comunale e fino al maggio del 2013 ospitava funzioni di carattere sanitario. Il fabbricato assunse l’attuale configurazione nel secondo dopoguerra ed è costituito da un unico corpo con due piccole corti interne e con la facciata principale, rivolta verso Piazza XXIV Luglio, con gli stilemi ispirati all’edilizia degli anni venti. L’edificio è dotato di due ingressi a piano terra con un sistema distributivo interno sviluppato su due corpi scala separati e un vano ascensore.

Il recupero dell’edificio, caratterizzato da interventi finalizzati al consolidamento statico ed alla valorizzazione storica dell’edificio, ha l'obiettivo di potenziare la dotazione funzionale del Centro Storico innestandosi insieme ad altri servizi esistenti e di progetto su una piattaforma comune costituita da un sistema continuo di spazi aperti pubblici.

Nello specifico dell’intervento, si prevede a piano terra la realizzazione della Casa della Salute e negli altri due livelli del Condominio Solidale. Queste funzioni sono in sinergia tra loro: le “utenze deboli” del condominio accederanno ai servizi di assistenza socio-sanitaria ed a quelli per la gestione delle patologie croniche presenti nella struttura al piano terra.

La Casa della Salute ha l'obiettivo di offrire ai residenti del centro storico, e in particolare alle “categorie deboli” (anziani, disabili, immigrati, genitori soli con figli, minori), un servizio di assistenza socio sanitario integrato, accessibile ed efficiente. Inoltre l'intervento ha finalità di rivitalizzare il contesto urbano di Piazza XXIV Luglio attualmente tra i più problematici della città per i crescenti fenomeni di degrado urbano e sociale che caratterizzano questa parte di città come indicato anche nel percorso partecipativo del 2010.

L'obiettivo principale del Condominio Solidale è quello di incrementare la dotazione di alloggi per soddisfare categorie deboli consolidate, in particolare gli anziani, e quelle a rischio di nuove forme di fragilità e povertà anche temporanea: giovani coppie, donne vittime di violenza, madri con figli e padri separati, famiglie.

 

ex-sert-attuale

 

Approvazione progetti di fattibilità tecnica ed economica

 

Materiali a disposizione del bando per l’affidamento di un incarico professionale per la prestazione di servizi di natura tecnica consistenti nella progettazione esecutiva, direzione lavori e coordinamento della sicurezza delle opere per il recupero del complesso di piazza XXIV Luglio a Empoli, da adibire a casa della salute e condominio solidale (luglio 2017).

 

 

REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DI INNOVAZIONE URBANA HOPE - LAVORI DI CONSOLIDAMENTO E DI ECOEFFICIENTAMENTO DELL'IMMOBILE DENOMINATO EX SERT, SITO IN PIAZZA XXIV LUGLIO. PROGETTO ESECUTIVO APPROVATO come da determine n. 1778/2018 e 184/2019